Home “Una cascina per la vita” Contatti Sostienici Shop

NEWS

L'autismo si vive con il cuore

                    
La Fondazione Giovanni Campaniello Onlus ha come finalità la creazione di strutture (comunità) idonee a realizzare le condizioni per il “dopo di noi”. Per maggiori dettagli sulla Fondazione e sulle attività già avviate, si rimanda al sito web (www.fondazionegconlus.com). Tale finalità è correlata al raggiungimento, da parte dei soggetti autistici, di un adeguato livello di autonomia, in modo da non essere più vincolati al supporto dei familiari e avere la capacità di vivere in comunità. In relazione a ciò, si rende necessario mettere a punto attività finalizzate a creare le condizioni di concreta inclusione sociale, elemento propedeutico per l’effettiva realizzazione del “dopo di noi”. Il progetto “Autismo Creativo Genzano” prevede lo svolgimento di attività nell'ambito delle quali i soggetti affetti da disturbi dello spettro autistico e altri soggetti neurotipici operano in sinergia e affiancamento, con il supporto di specialisti ed educatori. A fronte di tale iniziativa, ufficializzata nel corso dell’inaugurazione della sede operativa di Genzano di Roma in Corso Gramsci 79, avvenuta il 10 novembre 2019, la risposta della cittadinanza è stata positiva e sono già iniziate le varie attività. Volendo dare un segnale forte di inclusione sociale e, nello specifico, di dare evidenza che il mondo del disturbo dello spettro autistico è parte attiva della realtà sociale, si vuole lanciare una campagna di sensibilizzazione nell'area dei Castelli Romani sul tema in questione, attraverso l’evento pubblico del 24 febbraio 2020 a Genzano di Roma (vedere la locandina per il programma dell'evento). Il messaggio che si vuole trasmettere è che l’inclusione sociale è frutto di una progettualità che punta a dare una finalità imprenditoriale (e non assistenziale) alle attività che si sviluppano. La collettività e le istituzioni sono chiamate a sostenere questo percorso fatto di crescita e di miglioramento comportamentale nelle forme più opportune e in termini di: • adesione alle varie iniziative e valorizzazione dei risultati ottenuti; • promozione e acquisizione dei prodotti realizzati; • supporto clinico specialistico nel campo del disturbo dello spettro autistico; • implementazione del quadro normativo; • supporto progettuale, logistico ed economico a sostegno di specifici progetti; • donazioni liberali.

Vincenzo Catapano - 06 febbraio 2020 11:50